Programma Operativo FEAMP

vista dell'impianto con lo sfondo di Punta Manara

AQUA ha perseguito una politica di sviluppo e ampliamento produttivo adeguando la propria offerta ad una domanda crescente
Questo percorso di sviluppo ed incremento produttivo è stato reso possibile anche grazie al sostegno economico messo in campo dall’Unione Europea in sinergia con l’Italia e la Regione Liguria attraverso il Programma Operativo FEAMP.

.

Il sito di allevamento
vista dell'impianto con lo sfondo di Punta Manara vista dell'impianto con lo sfondo di Punta Manara

In particolare tale programma, con la misura 2.48, finalizzata a favorire un’acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva basata sulle conoscenze ha partecipato al sostegno degli investimenti infrastrutturali della Società nel periodo 2015 -2018 necessari a realizzare un piano di sviluppo così articolato:

 

    1. 1) Incremento della produzione a mare, con inserimento di due nuove gabbie e sostituzione di 4 gabbie di piccolo diametro (12 m) con altre maggiorate (25 m), per un totale di 6 nuove gabbie realizzate;
  1. 2) Acquisto di un’imbarcazione per la gestione dell’impianto e della biomassa pescata;

 

3) Incremento delle dotazioni tecnologiche previste nella sala di confezionamento del prodotto, per adeguare la capacità di lavorazione alle nuove potenzialità produttive e migliorare gli standard igienico sanitari;

  1. 4) Miglioramento delle strutture e dei servizi dedicati alla logistica a terra e alle esigenze del personale.

 

Le quattro azioni sono indirizzate al comune obiettivo di innalzare la capacità produttiva, attestata intorno alle 300 ton/anno alla fine del 2016, ad un target previsto di 420 ton/anno a fine 2018, anno in cui, in considerazione del ciclo biologico superiore ai 18 mesi, gli interventi effettuati possono essere considerati a regime.

 

Caratteristiche dell'impianto off-shore

Lo schema della disposizione è riportato nella figura seguente: Lo schema della disposizione

L'area così delimitata costituisce un rettangolo di 500 metri di lunghezza per 400 metri di larghezza.
L'estensione di tale area è determinata dall'ingombro effettivo sul fondale del reticolo di ormeggio, mentre l'area occupata effettivamente dall'impianto in superficie è pari ad un rettangolo di 152 metri X 72 metri , pari ad una superficie complessiva di 10.944 metri quadri.
Inoltre la superficie produttiva impegnata da ogni singola gabbia è di appena 250 mq., per un totale di 1.000 mq.
L'area è stata individuata sulla base delle seguenti specifiche operative Qualità ecologica/ambientale buona, essendo distante da condotte e scarichi fognari.

L’incremento produttivo progettato ha reso necessario, oltre all’intervento diretto sulle strutture propriamente produttive a mare, interventi paralleli a terra.
In particolare si è intervenuto sulla sala di confezionamento per assicurare una gestione adeguata, in termini di tempi di processo e di carico di lavoro dei dipendenti, della incrementata biomassa pescata (40%) e sulle altre strutture a terra destinate al supporto della produzione quali le attività di manutenzione e riparazione, anche in questo caso traguardando un miglioramento complessivo delle condizioni di lavoro dei dipendenti che per forza di cose verranno proporzionalmente aumentati.

 

movimentazione a terra struttura nuove vasche

Le coordinate

C

sulla carta nautica

Lo specchio acqueo all'interno del quale è stato realizzato l'impianto è delimitato dalle seguenti coordinate:
A 44° 17' 24" N 09° 20' 49" E
B 44° 17' 12" N 09° 20' 40" E
C 44° 17' 04" N 09° 20' 59" E
D 44° 17' 16" N 09° 21' 08" E

 

D

Distanza dalla costa
L'impianto di allevamento è situata a circa 1 miglio dalla costa

 

G

Gabbie e loro caratteristiche
maggiori informazioni sulla loro struttura

 

R

Bando su Regione Liguria
maggiori informazioni AGRILIGURIA.NET

 

F

Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca
maggiori informazioni sul Fondo

scarica PDF FEAMP